Gesti quotidiani che tagliano la bolletta senza rinunciare al comfort

I piccoli gesti quotidiani, anche se non incidono in modo determinante, sono d’aiuto:

  • Illuminare solo dove e quando serve: oltre naturalmente a spegnere la luce quando si esce dalle stanze, utilizzare lampade crepuscolari nell’illuminazione degli spazi esterni, interruttori a tempo o con fotocellula nelle cantine e nei garage.
  • Utilizzare ciabatte con interruttore per scollegare completamente gli apparecchi quando non sono utilizzati: lo sapevi che la funzione stand by consuma energia?
  • Aprire le finestre per il ricambio d’aria (sempre necessario!) nelle ore calde della giornata e chiudere le tapparelle/imposte quando si esce o nelle stanze inutilizzate, per migliorare l’isolamento delle finestre.
  • Preferire la doccia al bagno in vasca ed evitare di lasciare scorrere inutilmente l’acqua,  soprattutto se calda.
  • Evitare le alte temperature per lavatrice, lavastoviglie e ferro da stiro quando non strettamente necessarie;
  • Aprire la porta del frigorifero il meno possibile, in quanto aumenta di molto i consumi;
  • Escludere l’asciugatura elettrica della lavastoviglie: basta aprire la porta subito dopo la fine del lavaggio, quando all’interno la temperatura è alta;
  • Stendere la biancheria all’esterno, asciuga bene anche d’inverno, se l’aria è asciutta.
  • Eliminare periodicamente l’aria dai caloriferi, azionando l’apposita valvolina, ed evitare di coprirli con panni e asciugamani: tutto ciò che impedisce il corretto scambio del calore ne diminuisce l’efficienza.
  • Impostare una temperatura non oltre 20°C, in caso di riscaldamento autonomo, e programmare accuratamente l’accensione oraria dell’impianto, in base alle abitudini della famiglia, in modo da farlo partire non più di due ore prima di rientrare in casa e farlo spegnere almeno un’ora prima di andare a dormire.
My Chatbot
Powered by