Lo sai fare? Crea il tuo tutorial

Sei particolarmente creativo? Hai sperimentato un metodo infallibile per dare nuova vita a materiali di scarto e vecchi oggetti? Hai mai pensato di creare il tuo tutorial?

In questo modo potrai mettere a disposizione della collettività le tue idee, le tue creazioni e il procedimento per realizzarle. In queste righe troverai qualche indicazione utile e alcuni piccoli consigli.

L’obiettivo di un tutorial è quello di far capire agli utenti come si fa un qualcosa. Per raggiungere lo scopo si può optare per un video tutorial, oppure per un testo scritto che fornisca la spiegazione dettagliata di ogni singolo passo della procedura di realizzazione. Vediamo più nel dettaglio queste due tipologie di tutorial.

1) Video tutorial

La comunicazione attraverso video è certamente, la più diretta e immediata. Alla base di un video tutorial c’è, com’è facilmente intuibile, la produzione di un video. Il video si può realizzare tramite computer, o smartphone, o con una buona vecchia videocamera/fotocamera. L’utilizzo di un mezzo piuttosto che l’altro dipende da una serie di fattori e dalle proprie esigenze e disponibilità. A prescindere dal mezzo che si sceglie, prima di registrare potrebbe essere utile scrivere una bozza di sceneggiatura, così da evitare imbarazzanti défaillance durante la registrazione. Per una buona riuscita delle riprese è bene posizionare il volto di fronte a una sorgente luminosa, in modo che sia ben illuminato. La videocamera deve essere posizionata frontalmente e perfettamente dritta. Altri piccoli accorgimenti riguardano lo sfondo, che deve rimanere preferibilmente libero da oggetti che possono distogliere l’attenzione, l’abbigliamento, che deve essere adeguato rispetto al colore dello sfondo e, soprattutto, il modo di parlare. I concetti devono essere espressi nel modo più chiaro possibile e con un tono di voce forte, per garantire una buona qualità dell’audio e nel contempo riuscire a catturare l’attenzione dello spettatore. Dopo aver completato la fase di registrazione non ti resta che caricare il video sulla piattaforma di tuo interesse.

2) Testo scritto

Sembrerà strano, ma non è sempre vero che il video è il mezzo più efficace. Prima di scegliere il formato da dare al tutorial, valuta il tipo di argomento che ti accingi a trattare (il testo si presta meglio, ad esempio, con riferimento ad argomenti “tecnici”, divisi per passaggi), e chiediti perché e, soprattutto, per chi lo stai realizzando. Nella stesura del testo del tutorial potrà essere utile suddividere la procedura di realizzazione in paragrafi, cosa che consentirà di trattare nel dettaglio tutte le fasi del procedimento, scongiurando il rischio di dimenticare per strada qualche fase. Cercare di essere chiari e puntuali nella descrizione delle singole fasi, è certamente fondamentale per la riuscita finale del tutorial, utilizzando un linguaggio semplice ma preciso. Puoi, inoltre, supportare la descrizione con foto, schemi o disegni che rendano ancora più semplice la comprensione dell’intero procedimento.

Dove diffondere il tutorial?

Per i video certamente la piattaforma più performante è youtube. È sufficiente creare il canale, iscrivendosi alla piattaforma, seguire le istruzioni e caricare il proprio tutorial.

Consigliamo di dare evidenza ai tutorial sulle principali piattaforme social.

Ora non ti resta che scegliere l’argomento e creare il tuo tutorial!

My Chatbot
Powered by